Spain, € | IT
+ Aggiungi evento
Madrid, + 50 km
principale / eventi / Como la palma de mi mano
Como la palma de mi mano

Biglietti per Como la palma de mi mano

FESTIVALS / THEATERS
Museo Reina Sofia
Madrid
18.00
Compra un biglietto
Data e ora
descrizione
sede

«Como la palma de mi mano»

24
dic
giovedì Gi-00:00
dic, 2020
dic 24 Gi-00:00
00:00
Calle de Santa Isabel, 28012, Madrid, Comunidad de Madrid, España
Tickets from €18

descrizione

Alla fine del 2019 l'Area Educazione del Museo Reina Sofàa ha iniziato a lavorare insieme al mediatore, artista e curatore Christian Fernandez Miràn in un progetto di mediazione autonoma che è diventato Como la palma de la mano, una serie di tour virtuali, rivolti a diversi tipi di pubblico, che permettono di espandere l'esperienza del Museo al di là della presenza fisica nelle sue stanze , con l'obiettivo di offrire un nuovo percorso nel rapporto del Museo con il suo pubblico. E così, avete già visto la luce dei primi due tour: Mappa per le famiglie espanse e Il Museo Invisibile. Come il palmo della mia mano mira a illuminare nuovi modi di fare dall'ambiente digitale per riflettere sulle possibilità del virtuale nelle istituzioni culturali. Nel corso dell'incontro parleremo di come la pandemia DiVid-19 abbia influenzato le istituzioni museali, di come i progetti siano stati trasformati nell'Area Educazione del Museo e di come sia stato il processo di lavoro su Like the Palm of My Hand in questo contesto. Inoltre, saranno presentati i tour che si stanno svolgono. Alla presentazione partecipano il direttore del progetto, Christian Fernandez Miràn, la specialista di arte e istruzione Patricia Raijenstein e il team dell'Area Educazione del Museo. Come il palmo della mia mano attualmente offre i seguenti tour:Mappa per famiglie espanseIn questo itinerario ci occupiamo di argomenti come la cura, l'affetto e la diversità. Con l'aiuto di alcune delle opere ospitate dal Museo, il pubblico è invitato a creare in azienda una mappa congiunta che riflette sui collegamenti che collegano le persone con gli altri. Il museo invisibile Dà la sua attenzione al volto nascosto del Museo Reina Sofàa, a ciò che accade dietro le quinte. Si rivolge a voci che di solito non sentiamo e opere che di solito non vediamo esposte nelle camere. E presto saranno disponibili gli itinerari: Non valutabile Questo tour rivolto agli insegnanti – che si sta configurando dai contenuti trasversanti della Legge Organica per il Miglioramento della Qualità Educativa (LOMCE) – proporrà azioni che vi invitano a immaginare e pensare insieme, sulla base di domande che si collegano con l'apprendimento a scuola, e che la comunità educativa si sente come urgente. Strade paralizzate. Tour per discutere la normativaIl termine che dà il nome a questi brevi itinerari autonomi scaricabili, che vi invitano a passeggiare attraverso gli esterni del Museo, i suoi cortili, corridoi e camere, in formati audio e di testo in facile lettura, deriva dalla teoria crip , che è costruito socialmente e culturalmente in categorie come quella che differenzia i corpi tra addestrati e disabili. PartecipantiAAA Acaso. Capo dell'Area Educazione del Museo Reina Sofàa. Christian Fernandez Miràn. Lavora e impara con progetti che viaggiano tra arte ed educazione. È interessato a lavorare con le persone e le comunità, condividendo dubbi e apprendimenti, oltre a cercare intimità collettive. Ha sviluppato iniziative di mediazione, interrogando ed esplorando le pedagogie, le sensibilità e i formati stabiliti, sia nel campo indipendente e auto-gestito che in quadri istituzionali correlati, in Spagna, Colombia e Inghilterra. Cristina Gutierrez Andérez. Coordinatore delle Scuole dell'Area Educazione del Museo Reina Sofàa. Fran MM Cowhead. Coordinatore delle Comunità dell'Area Educazione del Museo Reina Sofàa. Alba Pérez Cadenas. Coordinatore della Mediazione dell'Area Educazione del Museo Reina Sofàa. Patricia Raijenstein. Sviluppa progetti di mediazione e concentra i suoi interessi sulle forme di relazione tra i musei e il loro pubblico attraverso strategie artistiche. Egli comprende l'istruzione e l'arte come strumenti sociali significativi per le comunità. A seguito di queste premesse, sviluppa progetti in organizzazioni culturali ed educative, insegna lezioni di cultura visiva presso l'Istituto Europeo di Design e collabora con diversi agenti e istituzioni come la Scuola di Uffici Elettrosonoros o la Sala d'Arte Giovane della Comunità di Madrid. Nel periodo 2019-2020 è stata consulente di mediazione nell'Area Educazione del Museo Reina Sofàa. Javier Sanjurjo. Coordinatore per l'accessibilità dell'Area Educazione del Museo Reina Sofàa. Programma educativo sviluppato con il patrocinio di: Aforo: 75 persone Organizza: Museo Reina SofàaL'nea-force:Rething il programma educativo del museo sviluppato con il patrocinio di Fundaciàn Banco Santander